Letta:”I Forconi non rappresentano la maggioranza del Paese”. Dimostriamogli il contrario! Tutti a Roma ora o mai più!

“Sono una piccola minoranza di una categoria economica, non è vero che rappresentano il Paese”, queste le parole di Letta di fronte al Senato.

forconi1

E’ uno schiaffo morale al popolo italiano, a tanti lavoratori che soffrono la crisi, che si suicidano, che non sanno dove prendere i soldi per pagare le tasse o per sfamare la famiglia, ed il futuro non è si prospetta migliore.

E’ questo lo schiaffo morale a chi scende in piazza per il futuro dei propri figli. E’ questa la dimostrazione che i politici se ne fregano delle manifestazioni e delle proteste (a parte quelli che cercano di cavalcare l’onda per riscuotere simpatie e voti).

Il popolo italiano, da sempre ritenuto, a ragione, un popolo di pecoroni, ha il dovere di dimostrare il contrario, di non darla vinta a chi ha sempre sostenuto (come il sottoscritto): “Siamo un popolo di pecoroni ed un popolo di pecore merita un governo di lupi”.

L’auspicio di OsservatorioGlobale è che il “Risveglio del Popolo” possa essere totale e che quanto prima gli organizzatori si decidano, come già scritto in un articolo precedente, ad occupare il Parlamento per mandarli tutti a casa!  Altre soluzioni non ne vediamo.

downloadEcco il coordinamento che sta organizzando la protesta:
Mariano Ferro, Presidente de “I Forconi” (Sicilia); Lucio Chiavegato, presidente Life (Veneto); Giorgio Bissoli, Azione rurale Cerea (Verona); Augusto Zaccardelli, Segr. naz. Movimento Autonomo Trasportatori (Frosinone); Umberto Gobbi, NVPP (Non vogliamo più pagare); Paolo Bini, Italia Celtica; Eugenio Rigodanzo, Cobas Latte Veneto; Franco Paoletti, Cobas Latte Pordenone; Danilo Calvani Presidente del CRA Dignità  Sociale (Lazio) e delegato a rappresentare il coordinamento nazionale preesistente formato già da alcune decine di gruppi e movimenti, Salvatore Bella, presidente Aitras Ass. Naz. Trasporti (Campobello di Licata AG).